Lunedì, 03 Febbraio 2020 09:00

Eccellenza B Calvi Noale-Montello 3-2

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Partita incredibile a Noale tra la Calvi e il Montello penultimo in classifica,

terminata 3-2 per la Calvi. Una gara in bilico sino alla fine, con i trevigiani due volte in vantaggio che sono stati raggiunti per due volte e hanno sprecato, sul risultato di 2-2, un calcio di rigore a 5 minuti dalla fine e proprio allo scoccare del novantesimo hanno subito la rete della sconfitta in contropiede. La Calvi, reduce dalla vittoria di Martellago, cerca continuità per rimanere nelle zone altissime della classifica, scende in campo con la consueta difesa a 4, davanti al portiere Noè, a centrocampo Bellemo è il vertice basso, mentre De Poli è il vertice alto, con Franceschi e Bagarotto mezzali, di punta Di Giuseppe e Gazzola. Il Montello, rinvigorito dal mercato di dicembre, scende in campo con il classico 4-4-2 con le due linee a 4 cortissime, con la chiara intenzione di intasare gli spazi e ingabbiare il fantasista De Poli. Le assenze costringono, mister Marchetti ad arretrare Mastellotto centrale difensivo assieme a Mognon, a intasare gli spazi davanti alla difesa l’ex Livotto e Velardi, che risulteranno tra i migliori in campo, di punta capitan Zanardo e il sudamericano Garcia. Nella prima parte di gara lo spettacolo latita, con il Montello che si fa comunque preferire e la Calvi che non riesce a sviluppare il suo solito gioco, affidandosi troppo ai lanci lunghi. Da calcio d’angolo gli ospiti passano in vantaggio con   Filippo Mognon, figlio e nipote d’arte che di testa colpisce indisturbato sul secondo palo e trafigge l’incolpevole Noè.La reazione della Calvi non si vede, mister Vianello è costretto a sostituire Frison, per un guaio muscolare, inserendo Minio e arretrando sulla linea dei difensori il chioggiotto Bellemo. Il Montello è in palla, dimostrando di esser squadra valida e insidiosa, con il  mancino D’Incà che parte dalla destra e si accentra con grande pericolosità. La Calvi trova il pareggio a sorpresa, grazie ad un clamoroso regalo del Montello che in fase di impostazione perde palla, dando la possibilità a Di Giuseppe di puntare Mastellotto sull’uno contro uno, lo supera e solo davanti al portiere Cavarzan lo batte con un bel diagonale di sinistro, non forte ma preciso.

Nella ripresa sono ancora gli ospiti, in maglia bianca, che si fanno preferire, con la Calvi che fatica terribilmente a prender in mano il pallino del gioco e inesorabilmente il Montello passa nuovamente in vantaggio, sulla destra Zanardo si libera per il cross, con Garcia che di testa deposita la palla in rete. Tardivamente, mister Vianello opera i cambi per rinvigorire la squadra, dentro Fiorica fuori Gazzola e dentro Barison per Bagarotto, così si vede una Calvi più in partita con il Montello che però si allunga, concedendo spazi alle ripartenze noalesi che sono spesso letali, così Fiorica se ne va sulla sinistra e una volta entrato in area scarica una bordata di sinistro che si infila sotto la traversa. Manca ancora un quarto d’ora e la Calvi prova ad azzannare gli avversari e aumenta il ritmo, splendida azione sulla destra, che premia l’inserimento di Barison, tiro di prima intenzione, con palla che sorvola di un palmo la traversa. La gara è diventata emozionante la terna arbitrale non è certo impeccabile, soprattutto gli assistenti di linea non sembrano irreprensibili, a farne le spese il mister di casa che viene ammonito, ma le emozioni sono tutte in coda. Il Montello riparte, filtrante in area, che trova il contrasto di Donè che l’arbitro è irregolare, calcio di rigore non certo solare, ma per il direttore di gara non ci sono dubbi. Siamo al 85’, dal dischetto si presenta Vettoretto, che mister Marchetti ha da poco inserito al posto di D’Incà. Tiro di destro, palo esterno e sfera che rotola sul fondo. Come spesso accede nel calcio, occasione mancata e gol subito, così la Calvi opera il sorpasso all’89’, questa volta è Di Giuseppe lanciato in campo aperto da Barison che calcia contrato da un avversario, ne esce una palombella, incredibile che beffa il portiere Cavarzan e regala i 3 punti alla formazione del presidente Del Bianco.Il triplice fischio dell’arbitro decreta la vittoria della Calvi, che ringrazia la doppietta di Di Giuseppe per tenere il passo dei primi della classe, mentre la formazione ospite deve recitare il mea culpa, sia per aver sprecato il rigore a pochi minuti dalla fine sul risultato di 2-2, sia per aver prestato il fianco alle ripartenze della Calvi, subendo praticamente tutti tre i gol a campo aperto.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato L.D.

Letto 169 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Febbraio 2020 09:00
Devi effettuare il login per inviare commenti