Domenica, 14 Gennaio 2018 19:22

Serie D C Calvi Noale-Virtus Vecomp 1-0

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

CALVI NOALE: Fortin, Zanetti, Taddia, Bandiera, Toso, Calcagnotto, Fiorica (38'st Rigon), Vianello (14'st Baldrocco),

Tonani, Franciosi (34'st Griggio), Cuzzi (14'st Zender). A disp. Bordignon, Soffia, De Bortoli, Montemezzo, Colli. All. Pianu

VIRTUS: Sibi, Rossi (24'st De Marchi), Demian, Burato, Maccarone (34'st Santuari), N'Ze, Lionetti, Manarin, Danti (28' Grbac), Goh (24'st Merci), Alba (16'st Pedrinelli). A disp. Tosi, Frinzi, Padovani, Acri. All. Fresco

ARBITRO: Bindella di Pesaro (Vannini - Colasanti)

RETI: 33'st Autogol Maccarone

La Calvi rigenerata da mister Pianu sconfigge, se vogliamo a sorpresa la capolista Virtus, che oggi sicuramente a Noale non ha mostrato il suo volto migliore, con diversi giocatori sottotono, se il portiere Sibi, autore la scorsa settimana di una grandissima gara, con due rigori parati, oggi è sembrato incerto sia tra i pali che con i piedi. La vittoria della Calvi la possiamo definire "tutto cuore", tanta attenzione, tanta applicazione e una grinta che sembrava smarrita. Certo la rete che ha deciso la gara è avvenuta per un clamoroso malinteso della difesa rossoblu, tra Maccarone e il portiere Sibi, stranamente fuori dai pali, ma per la dedizione e l'abnegazione mostrata in campo, i noalesi si sono meritati i tre punti, in più se vogliamo Fortin ha mantenuto per la seconda gara consecutiva la propria porta inviolata e questo per una formazione che deve salvarsi è molto importante. La squadra di Pianu, ha saputo soffrire quando la Virtus ha espresso la propria maggior pressione, senza mai però rinunciare a ripartire e dando sempre l'impressione di voler guadagnare i tre punti, come al 60' quando il mister ha ordinato il doppio cambio, dentro Baldrocco e Zender, fuori Cuzzi e Vianello, un messaggio chiaro che voleva la vittoria. Certo l'occasione che Manarin ha sprecato a metà ripresa, grida vendetta per la squadra di mister Fresco, ma Fortin ha mostrato quanto fondamentale è la sua presenza i campo ipnotizzando il numero 27 veronese. Insomma la Calvi finalmente, dopo tante sconfitte casalinghe ha reso un fortino lo stadio di via dei tigli, se pensiamo che la vittoria a Noale mancava dalla prima giornata di campionato, quando vinse per 1-0 contro il Montebelluna(contro l'Abano si giocò al Baracca), beh allora la speranza per Fortin e compagni, che si sia veramente svoltato e che la grinta messa in campo oggi contro la capolista, sia di buon auspicio.Tutti i ragazzi biancocelesti hanno disputato una gara importante, Fortin come detto è stato decisivo, ma il rientrante Fiorica(che sia il miglior "acquisto" per mister Pianu?) è stato encomiabile, così come Andrea Bandiera, giocatore di una umiltà infinita, ma prezioso in ogni suo intervento, vera e propria anima oramai da vari anni della squadra noalese. Arbitraggio di grande personalità del Sig. Bindella di Pesaro.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato B.L.

Letto 450 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti