Lunedì, 02 Dicembre 2019 09:35

Eccellenza B Calvi Noale-Liapiave 1-3

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

A Noale va di scena un classico del campionato di Eccellenza

di questi ultimi anni, Calvi Noale e Lia Piave, già protagoniste anche di svariate sfide play off, oggi si affrontano per la 13’ giornata di campionato, i padroni di casa in piena zona play off, gli ospiti impelagati inopinatamente in zona play out. 1 dicembre e prima giornata di freddo invernale, Calvi che registra qualche defezione che sarà decisiva, con Bellemo inizialmente in panchina causa influenza durante la settimana che non gli hanno permesso di allenarsi con regolarità e Franceschi recuperato, anche lui in panchina dopo il lungo infortunio alla caviglia. Per questo Mister Vianello opta inizialmente per il 4-3-3 con De Poli mezzala sinistra, Fiorica e Gazzola a piedi invertiti a supportare il centravanti Davide Scarpa. Mister Tossani, deve far a meno del portiere Rigo, auguri di pronta guarigione dopo il taglio che ha necessitato di svariati punti di sutura, con in porta il 2002 Kociaj, Pettenà a schermare la difesa, Furlan libero di attaccare la difesa avversaria affiancato dai giovani Roma e Cescon che risulteranno alla fine tra i migliori in campo. Parte forte il Lia Piave, grande pressione alta e ritmo intenso mettono in difficoltà la Calvi che fatica a iniziare la manovra dal basso, commettendo tantissimi errori tecnici. Lia Piave padrona del campo che colleziona palle gol, Fornea si supera in diverse occasioni, almeno 4 le palle gol nitide nel primo tempo per la formazione di mister Tossani, oltre alla rete di Cescon al 32’   che sblocca il match. Mister Vianello torna allo sperimentato schema con De Poli dietro le due punte Scarpa e Gazzola e Fiorica portato mezzala sinistra, ma il ragazzo noalese non sembra a proprio agio in mezzo al campo e tende ad aprirsi sulla sinistra, lasciando Minio e Barison in inferiorità numerica, contro il folto centrocampo gialloblu’. Per la Calvi due proteste su altrettante percussioni in area, per presunti fallo di mano dei difensori piavensi, ma per l’arbitro è tutto regolare, proteste veementi che costano l’ammonizione di Donè dalla panchina e successivamente l’espulsione di mister Vianello per un fuori gioco fischiato in pieno contropiede a campo aperto. Direzione di gara dell’arbitro Ousseyou Sy molto fiscale sulle proteste, mentre permissivo e poco attento per bestemmie plateali e falli intenzionali.

Nella ripresa la Calvi cambia registro e prende in mano le redini della gara, dentro Bellemo e Franceschi con ritorno alla "classico", ma la svolta è al 12’ a seguito dell’espulsione dell’esperto Marco Pettena’, già ammonito, che lamenta una gomitata in faccia e affronta in malo modo l’arbitro che è costretto ad espellerlo direttamente. Biancocelesti che accerchiano gli ospiti e al 20’ pervengono al pareggio, De Bortoli dalla destra, converge verso la trequarti e di sinistro mette in mezzo un pallone che Fiorica trasforma in rete di piatto. A questo punto l’inerzia della gara è tutta per la Calvi, ma a sorpresa Roma riporta in vantaggio il Lia Piave con un bellissimo sinistro da fuori area che finisce la sua corsa vicino all’incrocio dei pali alla destra di Fornea. E’ un gol che “ammazza” la Calvi, mentre galvanizza ulteriormente gli ospiti che colpiscono anche una traversa con Furlan e mancano il 3-1 con Tommaso Bortot che solo  davanti a Fornea gli spara addosso la sfera. La Calvi ha comunque la palla per il pareggio, in mischia una carambola fa finire la palla sul palo di sinistra della porta difesa da Kociaj. Ma il sigillo sull’incontro lo mette Davide Roma che al 90’ sigla la doppietta personale e legittima una vittoria che per il numero delle occasioni da rete è meritata per i ragazzi di mister Mauro Tossani che si rilanciano in classifica a fronte anche di una preparazione fisica decisamente scintillante, che gli ha permesso di aggredire e pressare per tutti i 100 minuti di gara, recuperi compresi. Battuta d’arresto per la Calvi che in casa fatica a confermare gli splendidi risultati esterni, urgono rimedi, la squadra dimostra poco peso offensivo quando si tratta di scardinare difese arroccate, ma l’ambizioso presidente Del Bianco sembra voler regalare una punta pesante al proprio mister nel mercato invernale.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato G.D.

Letto 99 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Dicembre 2019 07:50
Devi effettuare il login per inviare commenti