UCenter - Unica SSD

 Ucenter giornale spinea 19 x135 cm 1  Unica ssd giornale spinea 19 x 7 cm esec 1

Questo sito (blog e forum) NON rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e NESSUNA società calcistica. NON può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. I nominativi delle persone e le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse eventuali diritti d'autore o la privacy si prega gli aventi diritto di comunicarlo allo staff del blog che provvederà alla loro pronta rimozione

 

 

Lunedì, 15 Aprile 2024 13:11

Union Clodiense Chioggia Sottomarina 1971 è Lega Pro

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’ambizione del presidente Boscolo Bielo

era conosciuta e risaputa, fin da quando si adoperò per la definitiva fusione tra Clodiense e Chioggia, inizialmente mal digerita dagli storici tifosi granata.

Ma da quando tutta la città ha riconosciuto l’Union Clodiense Chioggia Sottomarina, la crescita è stata vertiginosa.

Inizialmente, il presidente di affidò a mister Mario Vittadello con il Ds Tonicello, per poi nel 2022 affidarsi a Tony Andreucci e successivamente al direttore Alberto Cavagnis.

Nel maggio 2022 l’Union era promossa in Lega Pro fino al recupero della gara contro l’Arzignano, i granata erano in vantaggio per 1-0, ma un gol in mischia in pieno recupero fece sfumare il sogno a favore proprio dei vicentini.

Lo scorso anno la squadra lagunare ha trovato nella propria strada un Legnago schiacciasassi e si è dovuta accontentare della seconda piazza.

Ma in questa stagione l’Union ha dominato il campionato dalla prima giornata, quando ha sconfitto in casa l’ambizioso Treviso.

La promozione è strameritata e premia lo sforzo di tutta la società ed è frutto di una programmazione scrupolosa e di una crescita della società totale.

Chioggia torna nel calcio professionistico dopo 47 anni, con ben tre giornate di anticipo e i meno giovani ricordano benissimo gli album Panini con le figurine dei granata, con una tifoseria tra le più calde e appassionate del Veneto, giocare al Ballarin era difficile per tutti e tornare a casa con punti era impresa difficile.

Oggi è il momento dei festeggiamenti e dei complimenti per questo storico traguardo.

La necessità e urgenza ora è render a norma lo storico stadio Ballarin, dedicato ai fratelli Aldo(terzino) e Dino (portiere), periti a Superga il 4 maggio del 1949 con tutto il Grande Torino, da cui è stato preso il granata come colore sociale in omaggio allo stesso.

Il prossimo anno si preannuncia un campionato Lega Pro  che parleraì molto Veneto, con tantissimi derby, soprattutto con le blasonate Padova e Vicenza a meno che una delle due non vinca i play-off.

ILPIPPOCALCIO – Red-azione 

Letto 541 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti