Giovedì, 19 Novembre 2020 11:21

50 Milioni di euro alle tv e radio per "terrorizzare" la gente decreto legge del 12/10/2020

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

VI CHIEDO 5 MINUTI DEL VOSTRO TEMPO PER LEGGERE QUANTO DI SCANDALOSO

PUO' FARE UN GOVERNO, LE TV E LE RADIO. DEVONO ANCORA PAGARE LE CASSE INTEGRAZIONI, I RISTORI PROMESSI E STANZIANO 50 MILIONI PER TERRORIZZARE LA GENTE. E' QUELLO CHE SI LEGGE DAL DECRETO LEGGE DEL 12 OTTOBRE 2020 ASSURDO----

Ecco cosa riporta il decreto legge con tanto di tabelle. Quanto riportato si può tranquillamente trovare sul sito della GAZZETTA UFFICIALE (clicca sopra per leggere).

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO    Visto lo stato di emergenza dichiarato dal Consiglio dei  ministri,per  la  durata  di  6  mesi,  con  delibera  del  31  gennaio   2020

(«Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza  del  rischiosanitario connesso all'insorgenza di patologie  derivanti  da  agentivirali trasmissibili»),

pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1°febbraio  2020,  in  conseguenza  della  dichiarazione  di  emergenzainternazionale  di  salute  pubblica  per  il   coronavirus   (PHEIC)

dell'Organizzazione  mondiale  della  sanita'  del  30  gennaio  2020prorogato con la delibera 29 luglio 2020 del Consiglio dei  ministri,pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 190 del 2020,

ai sensi  e  pergli effetti dall'art. 24, comma 3, del decreto legislativo n.  1  del2018, fino al 15 ottobre 2020;   Visto il decreto-legge  25  marzo  2020,  n.  19, 

recante  «Misureurgenti per fronteggiare  l'emergenza  epidemiologica  da  COVID-19»,pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 25 marzo 2020, n. 79,

convertito,con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35;   Visto il decreto-legge 16 maggio 2020, n.  33,  recante  «Ulteriorimisure  urgenti  per  fronteggiare

l'emergenza   epidemiologica   daCOVID-19», pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale 16  maggio  2020,  n.125, convertito, con modificazioni, dalla legge 14  luglio  2020,  n.74;

Visto il decreto-legge 19  maggio  2020,  n.  34,  recante  «Misureurgenti in materia di salute,  sostegno  al  lavoro  e  all'economia,nonche' di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica daCOVID-19", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  19  maggio  2020,  n.128, S.O. n. 21, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio2020, n.77;

Visto il decreto-legge 30  luglio  2020,  n.  83,  recante  «Misureurgenti connesse con la scadenza  della  dichiarazione  di  emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020» che prorogai termini previsti dall'art. 1, comma 1, del decreto-legge  25  marzo2020, n. 19, dall'art. 3, comma 1, del decreto-legge 16 maggio  2020,n. 33, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 30 luglio 2020, n. 190;   

Visto l'art. 195, comma 1, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34,«Fondo  emergenze  emittenti  locali»,  che  prevede: Al   fine   diconsentire alle emittenti  radiotelevisive  locali  di  continuare  asvolgere il servizio di interesse generale informativo sui  territoriattraverso la quotidiana produzione e  trasmissione di  approfonditainformazione locale a beneficio dei  cittadini,  e'  stanziato  nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico  l'importo di 50 milioni di euro per  l'anno  2020, che  costituisce  tetto  dispesa, per l'erogazione di un contributo straordinario per i  servizi informativi connessi alla diffusione del  contagio  da  COVID-19. Le emittenti  radiotelevisive  locali  beneficiarie   si   impegnano   atrasmettere  i  messaggi  di  comunicazione  istituzionale   relativiall'emergenza sanitaria all'interno dei propri spazi informativi. Il contributo e' erogato secondo i  criteri  previsti  con  decreti  delMinistro  dello  sviluppo  economico,  contenenti  le  modalita'   diverifica dell'effettivo adempimento degli oneri informativi, in  basealle graduatorie per l'anno 2019 approvate ai sensi del  decreto  delPresidente della Repubblica 23 agosto 2017, n. 146;

Visto il decreto del Ministero dell'economia  e  delle  finanze  n.74190, registrato alla Corte dei conti in data 26 giugno  2020,  reg.n. 838, con cui si e' provveduto allo stanziamento di euro 50 milioninello stato di previsione del Ministero dello  sviluppo  economico  -capitolo 3125 piano gestionale 2 (di nuova istituzione) a  titolo  di«Contributo straordinario per i  servizi  informativi  connessi  alla diffusione del contagio da COVID- 19 per l'anno 2020»;

Ritenuto  necessario  offrire  alla   collettivita'   un   servizio informativo di prossimita' anche dopo  lo  scadere  dello  «stato  diemergenza» attualmente fissato al 15 ottobre 2020  per  sostenere  il processo  di  normalizzazione  in   rapporto   alla   stabilizzazionedell'epidemia; Tenuto conto che i predetti servizi informativi  possono  avere  adoggetto campagne istituzionali in materia di salute, di sostegno alleimprese, al lavoro e all'economica in materia  di  politiche  socialinonche' misure finanziarie, fiscali e di sostegno in diversi  settoriconnessi alla diffusione da contagio COVID-19; Tenuto conto dunque della necessita' di garantire che i messaggi dicomunicazione istituzionale relativi all'emergenza  sanitaria  per  iquali e' stato istituito il «Fondo emergenze emittenti locali»  sianotrasmessi nel periodo compreso tra l'entrata in vigore  del  presenteprovvedimento e il 31 dicembre 2020; Considerata  la  necessita'  di  garantire  anche  un  periodo   di diffusione nei primi mesi dell'anno 2021 al fine  di  assicurare  unacomunicazione istituzionale che possa recepire le  mutevoli  esigenzeinformative connesse alla evoluzione dei  possibili  diversi  scenaricollegati alla emergenza sanitaria da COVID-19;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 agosto 2017, n.146, recante "Regolamento concernente i  criteri  di  riparto  tra  isoggetti beneficiari e le procedure di erogazione delle  risorse  delFondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione  in  favoredelle emittenti televisive e radiofoniche locali",  pubblicato  nellaGazzetta Ufficiale del 12 ottobre 2017, n. 239;

Visti i decreti  direttoriali  con  cui  sono  state  approvate  legraduatorie  definitive  per  le  emittenti  locali  radiotelevisive,commerciali  e  comunitarie,  e  per   le   emittenti   radiofoniche,commerciali e comunitarie, rispettivamente  con  prot.  19545  del  9aprile 2020, prot. 18873 del 3 aprile 2020, prot. 19559 del 9  aprile2020 cosi' come modificato con decreto prot. 31946 del 22 giugno 2020e prot. 18875 del 3 aprile 2020;

Considerate le predette graduatorie che  comprendono  le  emittentiradiotelevisive locali, commerciali e  comunitarie,  dell'anno  2019, approvate ai sensi del decreto del  Presidente  della  Repubblica  23agosto 2017, n.  146,  espressamente  richiamate  dall'art.  195  deldecreto-legge 19 maggio 2020, n. 34;   Visto il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, recante «Testounico della radiotelevisione», come modificato dalla legge  8  agosto 2019, n. 81;

Visto il decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei  ministri  19giugno 2019, n. 93,  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale  -  Seriegenerale n. 195 del  21  agosto  2019,  modificato  con  decreto  delPresidente del Consiglio  dei  ministri  12  dicembre  2019,  recante«Regolamento  di  organizzazione   del   Ministero   dello   sviluppoeconomico» adottato ai sensi dell'art.  4-bis  del  decreto-legge  12luglio 2018, n. 86, convertito,  con  modificazioni,  dalla  legge  9agosto 2018, n. 97;

Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160, recante  il  «Bilancio  diprevisione  dello  Stato  per  l'anno  finanziario  2020  e  bilanciopluriennale per il triennio 2020-2022»,  pubblicata  sul  supplementoordinario n. 45 della Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2019;

Vista la legge 7 agosto 1990,  n.  241,  recante  «Nuove  norme  inmateria di procedimento amministrativo e di  diritto  di  accesso  aidocumenti amministrativi» ed in particolare l'art. 12, che prevede ladeterminazione dei criteri e delle modalita' per  la  concessione  disovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari;   

Ritenuto di dover definire i criteri  di  verifica  degli  obblighiinformativi per l'attuazione degli interventi di erogazione spettantialle emittenti;

Adotta il seguente decreto:                                 

Art. 1 Beneficiari    

  1. Alle emittenti radiofoniche e televisive locali che si impegnano a trasmettere i  messaggi  di  comunicazione  istituzionali  relativi all'emergenza sanitaria all'interno dei propri spazi  informativi  e'riconosciuto, per l'anno 2020,  un  contributo  straordinario  per  iservizi  informativi  connessi  alla  diffusione  del   contagio   da COVID-19.   
  2. 2. Entro  cinque   giorni   dalla   pubblicazione   del   presente provvedimento il Ministero  pubblichera'  sul  proprio  sito  web  il decreto direttoriale di concessione del contributo straordinario alle emittenti locali in base alle graduatorie per l'anno 2019,  approvate ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 23 agosto  2017,n. 146, con l'elenco degli importi spettanti.   
  3. 3. Le emittenti radiotelevisive locali beneficiarie si impegnano  a trasmettere all'interno dei propri spazi informativi  i  messaggi  dicomunicazione  istituzionale  relativi  all'emergenza  sanitaria  chesaranno resi disponibili tramite la piattaforma messa a  disposizione dal Ministero dello sviluppo economico. La Presidenza del Consiglio -Dipartimento   per   l'informazione    e    l'editoria    alimentera' periodicamente tale  piattaforma  informando  la  Direzione  generale servizi di comunicazione elettronica, di  radiodiffusione  e  postali del termine dell'operazione. Successivamente verranno generati i linkper l'accesso  ai  messaggi  istituzionali  che  verranno  notificati mediante il sistema SICEM  tramite  l'invio  di  PEC  alle  emittenti beneficiarie con l'indicazione  del  periodo  di  trasmissione. Tale periodo sara'  determinato  dal  Dipartimento  per  l'informazione  el'editoria  della  Presidenza  del  Consiglio  dei  ministri  che  locomunichera'      via      PEC      all'indirizzo      di       Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., casella di  posta  elettronica attivata  presso  la  Direzione  generale  servizi  di  comunicazione elettronica, di radiodiffusione e postali.   
  4. 4. Il numero minimo dei messaggi che ogni emittente  si  impegna  a trasmettere  e'  fissato  diversamente  in  ragione  del   contributo concesso come riportato nell'allegato che  fa  parte  integrante  delpresente decreto.   
  5. 5. I messaggi dovranno essere equamente distribuiti  nelle  ore  di programmazione,  secondo   i   limiti   e   le   modalita'   previste dall'allegato, con l'impegno a garantire la messa  in  onda  per  una durata complessiva di almeno sessanta giorni compatibilmente con  gli intervalli temporali di utilizzazione e  di  validita'  dei  messaggi informativi che saranno resi disponibili.

Ecco la tabella dei guadagni di chi fa "terrorismo mediatico", perciò quando sputano cazzate cambiate canale ecco I GUADAGNI DI QUESTI SPORCHI DOVE IL GOVERNO DICE: "OGNI EMITTENTE SI IMPEGNA" per forza ste m...e fanno così altrimen ti non beccano un euro MALEDETTI INFAMI

TABELLA CON SULTABILE SUL SITO DELLA GAZZETTA UFFICIALE (CLICCA SOPRA)

PERIODO DI DIFFUSIONE: DURATA COMPLESSIVA MINIMA 60 GIORNI     |

- Minimo 10 giorni anche non continuativi di diffusione nel periodo compreso tra la scadenza del termine fissato per la presentazione delle domande e il 31 dicembre 2020                              |

- Minimo 30 giorni anche non continuativi di diffusione nel periodo compreso fra l'1 gennaio e il 28 febbraio 2021                   |

- Minimo 20 giorni anche non continuativi di diffusione nel periodo compreso fra il 1 marzo e il 30 aprile 2021

                                          TV COMMERCIALI

===================================================

|     IMPORTI                   |   Numero            |           NUMERO MINIMO                    |

| (Fondo emergenze      |   minimo             |        DI MESSAGGI GARANTITI            |

| emittenti locali            | di passaggi          I             E SUDDIVISIONE                    |

|     art. 195                    | giornalieri            |         DELLE FASCE ORARIE                 |

|  d.l. 34/2020)             |                         |                                                        |

+==================+===========+=====================

|                                    |                         | Min. 6 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|                                    |                         | Min. 6 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

| OLTRE € 750.000      |         20            | Min. 6 fra le 18.01 e le h. 24.00            |

|                                    |                         | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59              |

+------------------+-----------+------------------------------------------------------------------------------------

|                                    |                         | Min. 5 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|   DA € 150.000           |                         | Min. 5 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

|    a € 750.000            |          18            | Min. 6 fra le 18.01 e le h. 24.00            |

|                                    |                         | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59              |

+------------------+-----------+-------------------------------------------------------------------------------------

|                                   |                         | Min. 4 fra le h. 6.00 e le h. 12.00           |

|   DA €  40.001           |                         | Min. 4 fra h. 12.01 e le h. 18.00             |

|    A € 150.000           |           14           | Min. 4 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                   |                          | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59               |

+------------------+-----------+--------------------------------------------------------------------------------------

|                                 |                         | Min. 3 fra le h. 6.00 e le h. 12.00           |

|                                 |                         | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00             |

| Fino a € 40.000       |         11            | Min. 3 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                 |                         | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59               |

+------------------+-----------+--------------------------------------------------------------------------------------

                                            TV COMUNITARIE

=====================================================

|     IMPORTI                |       Numero         |           NUMERO MINIMO                      |

| (Fondo emergenze    |        minimo          |       DI MESSAGGI GARANTITI               |

| emittenti locali            |      di passaggi        |            E SUDDIVISIONE                      |

|     art. 195                    |       giornalieri         |         DELLE FASCE ORARIE                  |

|  d.l. 34/2020)             |                                |                                                         |

+==================+===========+========================

|                                 |                          | Min. 4 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|                                 |                          | Min. 4 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

|  OLTRE € 40.000    |         14             | Min. 4 fra le 18.01 e le h. 24.00            |

|                                  |                         | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59              |

+------------------+-----------+---------------------------------------------------------------------------------------

|                                  |                          | Min. 3 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|   DA €  4.001            |                          | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

|    A € 40.000            |          11             | Min. 3 fra le 18.01 e le h. 24.00            |

|                                   |                           | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59              |

+------------------+-----------+---------------------------------------------------------------------------------------

|                                 |                           | Min. 2 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|                                 |                           | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

|  Fino a € 4.000       |            9              | Min. 3 fra le 18.01 e le h. 24.00            |

|                                 |                           | Min. 1 fra le 00.01 e le h. 5.59              |

+------------------+-----------+----------------------------------------------------------------------------------------

RADIO COMMERCIALI

======================================================

|     IMPORTI                  |          Numero       |           NUMERO MINIMO                      |

| (Fondo emergenze     |          minimo        |       DI MESSAGGI GARANTITI               |

| emittenti locali           |         di passaggi    |           E SUDDIVISIONE                       |

|     art. 195                   |         giornalieri      |         DELLE FASCE ORARIE                  |

|  d.l. 34/2020)            |                                |                                                          |

+==================+===========+=======================

|                                 |                           | Min. 6 fra le h. 6.00 e le h. 12.00          |

|                                 |                           | Min. 5 fra h. 12.01 e le h. 18.00            |

| OLTRE € 100.000  |        18               | Min. 5 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                  |                          | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59               |

+------------------+-----------+----------------------------------------------------------------------------------------

|                                  |                          | Min. 5 fra le h. 6.00 e le h. 12.00           |

|   DA €  50.001          |                          | Min. 5 fra h. 12.01 e le h. 18.00             |

|    A € 100.000          |         16              | Min. 4 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                 |                           | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59               |

+------------------+-----------+-----------------------------------------------------------------------------------------

|                                  |                          | Min. 4 fra le h. 6.00 e le h. 12.00           |

|   Da € 20.001           |                           | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00             |

|    a   50.000             |          12              | Min. 3 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                  |                           | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59                 |

+------------------+-----------+------------------------------------------------------------------------------------------

|                                  |                            | Min. 3 fra le h. 6.00 e le h. 12.00           |

|                                  |                            | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00             |

| Fino a € 20.000        |          10              | Min. 2 fra le 18.01 e le h. 24.00             |

|                                  |                            | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59               |

+------------------+-----------+-------------------------------------------------------------------------------------------

RADIO COMUNITARIE

=======================================================

|     IMPORTI                 |    Numero             |                NUMERO MINIMO                   |

| (Fondo emergenze     |    minimo              |             DI MESSAGGI GARANTITI           |

| emittenti locali           |   di passaggi          |                  E SUDDIVISIONE                   |

|     art. 195                  |    giornalieri           |               DELLE FASCE ORARIE               |

|  d.l. 34/2020)              |                           |                                                             |

+==================+===========+========================

|                                 |                             | Min. 4 fra le h. 6.00 e le h. 12.00              |

|                                 |                             | Min. 4 fra h. 12.01 e le h. 18.00                |

|  OLTRE € 30.000     |          14               | Min. 4 fra le 18.01 e le h. 24.00                |

|                                 |                             | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59                  |

+------------------+-----------+----------------------------------------------------------------------------------------------

|                                 |                             | Min. 3 fra le h. 6.00 e le h. 12.00               |

|   DA €  3.001          |                             | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00                 |

|    A € 30.000           |           11              | Min. 3 fra le 18.01 e le h. 24.00                  |

|                                 |                             | Min. 2 fra le 00.01 e le h. 5.59                    |

+------------------+-----------+------------------------------------------------------------------------------------------------

|                                 |                             | Min. 3 fra le h. 6.00 e le h. 12.00                 |

|                                 |                             | Min. 3 fra h. 12.01 e le h. 18.00                   |

|  Fino € 3. 000          |            9               | Min. 2 fra le 18.01 e le h. 24.00                    |

|                                 |                              | Min. 1 fra le 00.01 e le h. 5.59                     |

+------------------+-----------+--------------------------------------------------------------------------------------------------

AVVERTENZE

Eventuali variazioni orarie e/o giornaliere relative alla programmazione dei piani di diffusione dovranno essere comunicate

tempestivamente all'indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre:

- il 20 novembre se riferibili alla programmazione comunicata per il mese di dicembre;

- il 20 dicembre se riferibili alla programmazione comunicata per il periodo di gennaio - febbraio;

- 20 febbraio se riferibili alla programmazione comunicata per il periodo di marzo- aprile

Adesso si capisce perchè continuano a ROMPERCI I COGLIONI OGNI ORA DI OGNI GIORNO ALTRIMENTI NON RICEVONO EURI MALEDETTI GIORNALISTI. Non date retta alle cazzate che vi raccontano bisogna boicottare tutte le tv e le radio complici di questo terrorismo mediatico che siano maledeti a vita.

Mi auguro che la gente cominci a svegliarsi 50 MILIONI DI EURO PER FARE TERRORISMO MEDIATICO - 2000 EURO PER OGNI PAZIENTE CHE ENTRA IN OSPEDALE PER COVID MINIMO LO TENGONO 10/15 GIORNI

60/70 EURO COSTO DEL TAMPONE, (TANTE VOLTE TE LO FANNO DUE O TRE VOLTE) DAL MOMENTO DELL'INSERIMENTO NELLE NARICI ALLA RISPOSTA DELL'OSPEDALE. FATEVI DUE CONTI........ MALEDETTI

DOVETE ANCORA PAGARE CASSA INTEGRAZIONE, I RISTORI, LA GENTE CHIUDE E QUESTI AL GOVERNO COSA FANNO ? FINANZIANO 50 MILIONI DI EURI PER QUESTI MALEDETTI TERRORISTI MEDIATICI CHE SCHIFO.....

ILPIPPOCALCIO Red-azione

Letto 119 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti