Venerdì, 06 Marzo 2020 06:53

Il sistema Giorgione contro il COVID-19

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il sistema del Giorgione, che fa allenare seniores e juniores insieme Mister Esposito

ha diviso la rosa per ruolo e per età: domani partitella. Confronti serrati con lo staff medico, discussioni sull'interpretazione delle ordinanze, fino alla decisione di riprendere gli allenamenti, ma a ranghi ridotti e con una serie di accorgimenti in spogliatoio e nei pulmini. In casa Giorgione ieri - paventando anche l'ipotesi di utilizzare guanti in lattice quale forma di precauzione - lo staff tecnico guidato da mister Stefano Esposito ha ripreso le sedute del gruppo della prima squadra, formato da circa 35 atleti dai 17 anni in su (un unico gruppo che comprende anche gli juniores allenati da Gert Remmel). Ma l'ha fatto riducendo a 10 il numero massimo di atleti contemporaneamente impegnati sul terreno di gioco e mantenendo lo stesso numero per l'utilizzo degli spogliatoi. Questo vale esclusivamente per le due squadre maggiori della società, mentre l'attività del settore giovanile resta bloccata. «Da lunedì abbiamo discusso, in particolare con il medico sociale, per valutare le varie possibilità, considerando che non c'era la volontà di restare fermi ancora a lungo, ovviamente nel rispetto di eventuali prescrizioni» è il commento dir Esposito, «considerando che una delle raccomandazioni è quella di evitare particolari aggregazioni abbiamo deciso di allenare 10 giocatori alla volta. Ci alleneremo per ruolo, poi per età e domani faremo delle partitelle, sempre a numeri contenuti. Con il medico si era ipotizzata la possibilità di far utilizzare ai ragazzi dei guanti in lattice, ma successivamente, considerando l'attività è svolta all'aperto, è stata ritenuta una misura sproporzionata. Eviteremo pertanto ci siano più ragazzi contemporaneamente in spogliatoio e nei pulmini, invitandoli ad una serie di precauzioni igieniche, in particolare per chi utilizza mezzi pubblici». Il tutto, ovviamente, in attesa di sapere cosa ne sarà dei recuperi delle gare (per il Giorgione, che avrebbe dovuto giocare martedì, quella in casa contro il San Martino Speme ed il derby con la Godigese). «Ritengo sia stato giusto sospendere queste due domeniche» chiude Esposito, «per il resto credo sia corretto proseguire da calendario, inserendo qualche turno infrasettimanale per i recuperi, eventualmente utilizzando anche il sabato di Pasqua. Questo, ovviamente, per non ingolfare tutto alla fine».

Dalla Tribuna di Treviso Alessandro Bozzi Valenti del 27/02/2020

ILPIPPOCALCIO - Red-azione

Letto 365 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti