Domenica, 24 Novembre 2019 19:12

Serie D C Mestre-Clodiense 2-0

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un Mestre tutto cuore grinta e determinazione

ha la meglio sull' Union Clodiense per 2-0 grazie  ad una doppietta del bomber Luca Rivi. Grande pubblico sugli spalti dello stadio Francesco Baracca di Mestre per questo derby veneziano. Ultras di Mestre e Union Clodiense che si danno battaglia a forza di cori e canti nel massimo rispetto, sfida anche tra numeri 10, nei padroni di casa il mancino Fabiano e negli ospiti il talentuoso Marangon, alla fine migliore decisamente la prova del giocatore arancione, oggi in maglia nera. Mestre con il 5-4-1, il tecnico locale Gianpietro Zecchin manda in campo Rosteghin in porta, Martimbianco, gli ex Brentan e Severgnini con Gritti  e Gasparini in difesa, Poletto, Corteggiano, Granati e Fabiano a centrocampo, quest’ultimo libero di svariare alle spalle dell'ex Rivi. Mario Vittadello schiera invece l'Unione Clodiense con un 4-4-2 con le ali molto alte e Marangon dietro la punta Broso. Subito Marangon in evidenza, percussione centrale fermato fallosamente al limite dell'area, lo stesso numero 10 in maglia bianca si incarica di calciare il piazzato, ma la sua conclusione termina a lato. Da qui in avanti è il Mestre che si fa preferire, grandissimo pressing, intensità in tutte le manovre e la Clodiense sembra soffrire il ritmo forsennato dei padroni di casa. Al 15’ azione personale di Fabiano che si porta a spasso mezza squadra ospite per poi concludere alto. Al 21’ filtrante per Fabiano e tiro a lato. Al 34’ percussione di Granati e Boscolo Palo si fa trovare pronto. Primo tempo che termina sullo 0 a 0 con diverse le occasioni da rete per i ragazzi di Zecchin.

In apertura di ripresa la rete che sblocca il match percussione sulla fascia destra di Martimbianco, scuola Milan, tiro cross che va a finire sul secondo palo, dove Rivi di testa fa centro.  Veementi le proteste degli ospiti per la posizione di Rivi, il segnalinee non ha dubbi, è la rete che sblocca il match. Da qui in avanti è un monologo Clodiense, Mario Vittadello cambia anche modulo, passa al centrocampo a tre con l’ingresso di Duse e con tre giocatori d'attacco con l'inserimento prima di Tattini e poi di Corado. Miracoloso Rosteghin, ex- Cittadella, in alcune situazioni, quando il popolo chioggiotto era già pronto ad esultare. A 10 minuti dal termine contropiede fatale e’ ancora di Rivi che scatta su un lancio di Brentan e solo davanti al portiere Boscolo lo fredda sul primo palo, con Granziera mal posizionato e capitan Ballarin in ritardo nella chiusura. E’ la rete che chiude il match, con Marangon che chiede il cambio per un fastidio inguinale. Mestre che vince 2-0 e così continua la striscia di vittorie, ora sono cinque consecutive, mentre l’Union Clodiense si ferma dopo due vittorie consecutive. Una battuta d'arresto pesante per gli uomini di Vittadello che hanno dimostrato di partire il terreno pesante, non riuscendo a mettere in pratica tutta la loro tecnica anzi lamentando tantissimi errori sia tecnici che di controllo, per il Mestre è sorpasso in classifica.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato P.S.

Letto 174 volte Ultima modifica il Giovedì, 05 Dicembre 2019 07:28
Devi effettuare il login per inviare commenti