Lunedì, 28 Ottobre 2019 11:50

Eccellenza B: Robeganese F.S.-San Dona' 0-0

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Allo stadio di Via Mazzini di Salzano, Robeganese e San Donà

danno vita al remake della gara di Coppa di qualche settimana, allora si impose la squadra di Fonti per 2-1, in quell’occasione entrambi i mister fecero uso di ampio turn over, mentre oggi  gli schieramenti sono i migliori possibili, con i padroni di casa che lamentano assenze nei giovani fuori quota, con Ervaz ko per una caviglia in disordine, mentre mister Fonti si affida a Pulzetti dietro le due punte nel solito centrocampo a rombo. A Salzano fa caldo, in una giornata autunnale dalle temperature estive, le squadre sembrano patire questa calura fuori stagione per dar vita ad una gara davvero soporifera, ad animarla in tribuna per fortuna ci sono gli ultras quelli di casa pochi ma rumorosi e soprattutto quelli ospiti, “ I Caimani del Piave” gemellati e supportati per l’occasione da quelli dell' Union Clodiense.

Primo tempo davvero avaro di emozioni, parte meglio la Robeganese Fulgor con alcune trame interessanti ma che non portano mai a una conclusione verso la porta difesa dall'estremo Matteo Bonato, cresciuto nelle giovanili del Venezia. Passano i minuti e il San Donà prende in mano le redini della gara, ma la manovra è troppo lenta e compassata nessun pericolo per la porta di Milan , la Robeganese si difende con ordine con un 4-3-3- che diventa 4-5-1 in fase difensiva. Cipolato è il primo a finire nel taccuino dell’arbitro Pezzini di Verona, per un “piede a martello” su Pulzetti. Primo tempo che in definitiva si segnala solamente per due sostituzioni entrambi per guai  muscolari prima esce l’89 Alberto Bonotto sostituito da Bettio, che si posiziona al centro della difesa a fianco di Luca Griggio, poco dopo è Nico Pulzetti, capitano dei sandonatesi, con un passato da professionista ad abbandonare il campo, al suo posto entra Bradaschia che ne rileva anche i compiti tattici, alto nel rombo di centrocampo.

Nella ripresa il San Dona' sembra aver maggior determinazione nel trovare la via del gol, il predominio territoriale è tutto per la squadra di Fonti, ma che non sfonda la difesa rossoblu. Poche le vere occasioni da rete, un cross pericoloso di Fantinato, non viene sfruttato dai compagni, un tiro dell'ex-Cittadella Stefani finisce a lato, mentre Tobaldo in contropiede calcia sopra la traversa. Nel finale girandola di cambi, nel San Dona' entra anche Di Giuseppe, ma che non incidono è il risultato alla fine non cambia per un derby veneziano che ha deluso le aspettative dal punto di vista spettacolare.  In definitiva un pareggio a reti bianche che puo’ soddisfare mister Alessandro Tamai, un punto contro il quotato San Dona’ fa classifica e permette di rimanere tranquillo a centroclassifica. Per mister Fonti invece i problemi rimangono e il lavoro da fare per puntare in alto non è poco, la squadra fatica nel proporre gioco o meglio lo fa solo a tratti con iniziative sporadiche, se è vero che il San Dona’ è ancora imbattuto, evidenti sono le difficoltà in zona gol, del resto le tre partite senza segnature lo confermano, forse al San Dona’ manca un bomber di razza, elemento che in un campionato così equilibrato puo’ far la differenza.   

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato P.T.

Letto 140 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2019 18:00
Devi effettuare il login per inviare commenti