Lunedì, 23 Settembre 2019 11:14

Mister D'Este azzecca i cambi e il neo entrato Bonaldi regala tre punti allo Spinea

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una  bella gara quella dei gialloblu spinetensi al D'Agostini

di Pieve di Soligo sia nel primo sia nel secondo tempo. Tornano a casa Zanon e soci con tre punti che portano a sette la classifica di questa neopromossa dopo tre gare di campionato .Un avvio splendido e meritato degli undici gialloblu che di fronte di avversari titolati non temono nulla e questo l'hanno gia dimostrato nelle gare precedenti foriere di punti importanti. L'eccellenza e' un campionato tosto che non regala nulla e il Team del presidente Scopece al momento dimostra di starci di diritto e di ben figurare , questo merito della rosa ben costruita dal Ds Benfatto ma soprattutto dall'assetto tattico del Mister. Gioca a viso aperto la squadra e non rinuncia affatto ai tre punti a priori, Nassivera  porta un tasso tecnico rilevante e permette alla giovane punta Gashi di crescere e maturare , ma e' il dinamismo dl centrocampo e in particolare ieri la  freschezza di Beniamin che sono un valore aggiunto al pari dell'intelligenza tattica di Chinellato. Ma la squadra beneficia di una sicurezza difensiva dove Zanon coordina la linea arretrata  che trova in Urban una vera e propria saracinesca come ieri al 30esimo che coi piedi fa un vero e proprio miracolo su un tiro di De Zotti e al 35esimo su un bolide di Scarabel. C'e da essere dunque contenti di questo avvio anche perché i tre punti di ieri sono stati raccolti al cospetto di una signora squadra, ma D'Este ha saputo imbrigliare bene l'uomo più incisivo quel Dall'Andrea che coi raddoppi e' stato neutralizzato. Ma forse il pregio migliore del Mister e' stato quello di caricare e la squadra dal punto di vista mentale e soprattutto azzeccare i cambi. Squadra giovane dinamica volitiva con un Lo Chiatto super che e' ben consapevole dell'importanza di questo avvio come del resto del fatto che le insidie in questo torneo sono dietro l'angolo , ragion per cui occorre non cullarsi sugli allori ma preparare ben partita dopo partita l'assalto all'arma bianca. Il tempo per confermare tutto questo ben di Dio non manca la voglia e il coraggio neanche e allora sotto col prossimo avversario che si chiama Robeganese.

ILPIPPOCALCIO –Dal nostro inviato F.B.

Letto 197 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Ottobre 2019 09:34
Devi effettuare il login per inviare commenti