Domenica, 17 Marzo 2019 19:40

Eccellenza Liapiave-Luparense 2-2

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Liapiave (3-4-3): Rigo, Fier (38’ st Zender), Pizzolato,

Moretti, Bortot, Uliari, Bin (20’ st Mine Vilela), Granati, Rezzou, Furlan (38’ st Fier), Dal Maso (30’ st Bozzetto).  All. Mauro Tossani.

Luparense (3-5-2): Lovato, D. Beccaro, Gentile, Di Cesare, Maistrello, C. Beccaro, Girardi, Spadari, Olivera (36’ st Tessari, 50’ Callegaro), Rondon, Baido (46’ st Savio).  All. Renato Boldrin (squalificato Enrico Cunico).

Reti: pt 5’ Gentile, 46’ Granati; st 16’ D. Beccaro; 43’ Granati.

Arbitro: Poli di Verona

Al Giol di San Polo di Piave ci si gioca un pezzo di Serie D, il pubblico è quello delle grandi occasioni, la Luparense capoclassifica ha 8 punti vantaggio sui trevigiani con una partita in più', una vittoria vorrebbe dire seppellire il campionato e  i Lupi dimostrano fin da subito di far sul serio, vanno  avanti due volte con Gentile e Daniel Beccaro, ma vengono in entrambi i casi  ripresi però da un super Granati, che risulterà il migliore in campo. Il Liapiave, di mister Tossani è privo dello squalificato Grandin regista della squadra, mentre Furlan, non è al meglio ma è regolarmente in campo, il capocannoniere del campionato, è un giocatore troppo importante per i gialloblu. La Luparense è decimata da squalifiche e infortuni, in panchina ci va il preparatore dei portieri Renato Boldrin per via delle squalifiche di mister Cunico e del vice Morselli, ai padovani mancano quattro titolari come Marchiori, Annoni, Fantinato e Pietribiasi. Ma i Lupi hanno una rosa di prima qualità e dopo 5’ minuti passano in vantaggio: angolo di Rondon schema per Christian Beccaro che calcia in porta, Rigo non trattiene e da pochi passi Gentile ribadisce in rete. Al 15’ la Luparense sfiora il raddoppio con Spadari sugli sviluppi di un corner, ma questa volta Rigo è attento e mette in angolo. Rigo, quest'oggi non sembra in giornata, uscita a vuoto, Moretti salva sulla linea il tiro di Christian Beccaro. Insomma è una Luparense che domina e che ha avuto diverse occasioni per raddoppiare e "ammazzare" il Lia Piave, che però ha "sette vite" e nel recupero del primo tempo pareggia con Granati che fa partire un tiro a giro che sorprende Lovato. Si va al riposo sul punteggio di 1-1, una beffa per la squadra di mister Cunico che ha letteralmente dominato il match.

Nella ripresa i rossoblu sono determinati a riportarsi in vantaggio e Daniel Beccaro ha subito una ghiotta occasione, ma la sua conclusione non inquadra la porta di Rigo. Ma allo scoccare dell'ora di gioco Daniel Beccaro buca Rigo sugli sviluppi di un corner. La gara si accende, mister Tossani si gioca le carte Vilela e Bozzetto, la formazione trevigiana è compagine che sa soffrire ed esser cinica allo stesso tempo, così punisce a due minuti dalla fine una Luparense che si fa sorprendere ancora da Granati, che dalla destra si incunea e calcia in porta, la sua conclusione viene ribattuta da Maistrello, ma ancora Granati è il più lesto ad avventarsi sulla sfera e calcia ancora verso la porta di Lovato che non può evitare la rete. La gara si infiamma ancor di più, l'arbitro fatica a placare il nervosismo in campo, il Lia Piave assapora una clamorosa rimonta e la Luparense non ci sta e in pieno recupero Girardi è protagonista, prima manca la rete del nuovo vantaggio con un tiro che va solo vicino all'incrocio dei pali e poi si fa espellere per un fallo su Rezzou. Termina così una gara intensa e combattuta, il campionato è ancora aperto, il Lia Piave si merita la chance di giocarsi le proprie possibilità sino all'ultimo per grinta determinazione e anche organizzazione, mentre la Luparense ha dato l'impressione di aver sprecato una ghiotta possibilità di distaccare ancor di più i trevigiani, anche se solo loro potranno "perdere" questo campionato, con un finale di torneo scellerato.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato P.C.

Letto 123 volte Ultima modifica il Lunedì, 25 Marzo 2019 09:52
Devi effettuare il login per inviare commenti