Domenica, 03 Marzo 2019 18:36

Primavera Venezia-Spal 0-0

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Venezia: Oliveria, Peresin, Mazzoletti, Cavalli,

Tagliapietra, Basso, Simeoni, Marchesan, Buso (13′st Pimenta), Soldati, Pozzebon (26′st Rossi). A disp.: Enzo, Morello, Vecchiato, Cataldi, Ripanto, Pasqual, Pasqualato, Imbrea, Masi, Stalla. All.: Marangon

Spal: Fallani, Pessot, Farcas, Aziz (16′st Samotti), Salvi, Rizzo Pinna, Uzela (33′st Milani), Cuellar (45′st Tunjov), Babbi (16′st Chakir), Spina (45′st Minaj), Martina. A disp.: Seri, Cannistrà, Biolcati, Iskra, Ellertsson, Campi. All.: Cottafava

L'emozione più grande della gara arriva proprio allo scoccare del novantesimo quando l'arbitro ravvisa un fallo di mano di un difensore spallino. C'è un tiro ravvicinato di un attaccante del Venezia per l'arbitro è calcio di rigore, non ci sono dubbi, le proteste dei giocatori ospiti e anche della panchina del tecnico Cottafava, sono vibranti, ma il direttore di gara non cambia idea. Così Domenico Rossi, numero 18, da poco in campo, si presenta dal dischetto, la sua conclusione a mezza altezza alla sinistra del portiere Fallani, è anche potente, ma il tuffo del portiere emiliano è felino e sufficiente per respingere il calcio di rigore dell'attaccante di Mister Marangon. Finisce così 0-0 senza particolari emozioni nei primi 90 minuti di gioco pochissime le parate dei portieri che hanno dovuto svolgere l'ordinaria amministrazione. Pareggio tutto sommato giusto e Venezia che ha il rammarico per aver sprecato proprio allo scadere questa grandissima occasione per accorciare in classifica proprio sulla Spal seconda in classifica e ora testa al Viareggio

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato S.C.

Letto 146 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Marzo 2019 07:41
Devi effettuare il login per inviare commenti