Lunedì, 25 Febbraio 2019 10:30

Eccellenza Mestre-Treviso 2-0

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Al Baracca va in scena una sfida dal sapore antico, storico,

in molti c'e del rammarico, Mestre e Treviso hanno dato vita a sfide di grande agonismo, di grande calcio nelle serie professionistiche solo qualche lustro fa. Oggi siamo in Eccellenza, il Mestre sta onorando il campionato con prestazioni di grande livello sia tecniche che caratteriali, il Treviso viceversa vive una situazione societaria disastrosa, con un manipolo di ragazzini mandati allo sbaraglio e un allenatore che in tutti i modi cerca di tener coeso il gruppo. Il risultato già in partenza era scontato e in effetti alla fine la formazione di casa si impone con il classico punteggio, definito all'inglese, per 2-0. Il Mister di casa Zecchin è squalificato, come il difensore laterale Dell'Andrea, in panchina ci va mister Ivan Galante, rientra Dal Dosso schiarato con il numero 3. Nel Treviso, solita formazione giovanissima, il '95 Livotto è il capitano ed anche il giocatore più anziano in campo con i suoi 23 anni(ne compirà 24 il 1' luglio pv). Consuete casacche per le due squadre, arancione per il Mestre e biancoceleste per il Treviso. L'inizio di gara è tutto a favore dei padroni di casa che spingono con continuità e convinzione, ma la difesa del Treviso fa sempre buona guardia grazie anche alla prova più' che convincente del portiere trevigiano Lo Curcio. Un gol annullato per parte, per il Mestre la rete di Rivi è viziata da un fallo in partenza, per il Treviso per  fuorigioco. Primo tempo che termina a rete inviolate e il pubblico mestrino si spazientisce verso i propri giocatori. Nella ripresa il Mestre attacca verso la curva sud, dove sono assiepati i propri sostenitori, a forza di insistere il Mestre sblocca la partita  con il capitano Matteo Marcolini, ma lo fa solamente nelle fasi finali della gara e la rete è contestata da tutto il Treviso, ma senza esito l'arbitro convalida la rete. Il Treviso è generosissimo, non molla, lotta onorando la maglia, l'impegno insomma alla squadra di mister Campolattano non si può metter proprio in discussione, ma l'inesperienza si percepisce chiaramente e si vede ad occhio nudo, così Cacurio a 5 minuti dalla fine raddoppia bissando la vittoria nel derby dell'andata.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato C.C.

Letto 177 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Marzo 2019 07:40
Devi effettuare il login per inviare commenti