Lunedì, 23 Aprile 2018 14:13

Serie D C Calvi Noale-Adriese 0-4

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

CALVI NOALE: Bordignon, Zanetti, Taddia (6’s.t. Rigon), Vianello (36’s.t. Gentina),

Toso, Calcagnotto, Cuzzi (6’s.t. Montemezzo), Bandiera (36’s.t. Soffia), Tonani, Conti (24’s.t. Ciancio), Baldrocco. A disposizione: Titomanlio, Colli, Griggio. Allenatore: Pianu

ADRIESE 1906: Motti, Anostini (42’s.t. Binetti), Boscolo Bisto, Boscolo Berto, Dall’Ara, Busetto, Pagan (38’s.t. Incatasciato), Bellemo (24’s.t. Chin), Santi (31’s.t. Rosati), Marangon, Tescaro (21’s.t. Martino). A disposizione: Milan, Ballarin, Mancin. Allenatore: Mattiazzi

RETI: P.t.: 7’ Marangon, 10’ Santi. S.t.: 29’ – 46’ Marangon

Arbitro: Rizzello di Casarano, assistenti Lafandi di Locri e Facchini di Bologna

NOTE: Angoli: 12-1; Ammoniti: P.t.: 22’ Vianello, 26’ Bellemo, 27’ Baldrocco, 30’ Toso. S.t. 17’ Santi. Recupero: 1’- 5’

Sonante sconfitta per la Calvi in una gara che poteva essere l'ultima occasione per riagganciarsi al treno salvezza. Anche oggi la Calvi ha messo in luce tutte le gravi carenze già dimostrate in questo campionato. Partenza lenta ma anche sonnolenta e poco convinta della Calvi, tanto che l'Adriese si trova subito in vantaggio per 2 a 0 grazie a due amnesie difensive della Calvi con i centrali che lasciano indisturbati gli attaccanti granata. Prima Marangon sfrutta un cross dalla destra di Tescaro per colpire di testa indisturbato, il raddoppio pochi minuti dopo con un lancio lungo di Marangon di 40 metri, i due centrali difensivi della Calvi non sanno leggere la traiettoria e per Santi è un gioco da ragazzi battere Bordignon in diagonale. Il doppio svantaggio scuote i padroni di casa che iniziano ad impensierire la squadra di mister Mattiazzi, la Calvi non è neanche fortunata quando Vianello, uno dei più volitivi, calcio al volo la palla dopo una carambola incredibile termina tra le braccia del portiere Motti. Chance del gol anche per il giovanissimo Cuzzi che non sa sfruttare un clamoroso errore del portiere Motti calciando a porta vuota sopra la traversa, la Calvi ci crede e l'Adriese soffre, ma Motti si riscatta opponendosi alla grande a Tonani. Neanche l'arbitro dà una mano ai padroni di casa, anzi contribuisce a innervosire gli animi, ammonendo Baldrocco per simulazione, masorvola su un'analoga situazione in cui Marangon si lascia platealmente cadere senza neanche essere sfiorato. Ma le proteste noalesi si fanno vibranti al termine del primo tempo quando il segnalinee sbandiera un fuorigioco inesistente in quanto il passaggio per la punta noalese è stato effettuato da un giocatore ospite. La Calvi nella ripresa  ci mette impegno, calcerà alla fine 12 corner ma un pò alla volta si spegne e Marangon chiude la gara siglando una tripletta personale, per uno 0-4 decisamente pesante per i ragazzi di Painu, ma che è lo specchio di un'intera annata. Ora le speranze salvezza della Calvi sono appese ad un filo, 6 punti nelle prossime due gare  per sperare poi nei Play Out.

ILPIPPOCALCIO - Dal nostro inviato S.C.

Letto 242 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti